Skip to main content

Avvertimenti di Uva Ursi

Uva ursi, chiamato anche uva ursina, è un rimedio popolare tradizionale che è stato usato dai nativi americani per centinaia di anni, principalmente per infezioni del tratto urinario e della vescica. In piccole dosi per brevi periodi di tempo, i preparati di uva ursi sono generalmente considerati sicuri. Tuttavia, in dosi più elevate, l'uva ursina può essere tossica e portare a danni al fegato. Consultare il proprio medico e un erborista professionista o naturopata prima di prendere uva ursi in qualsiasi forma.

Uva Ursi

Uva ursi è un arbusto sempreverde originario delle foreste alpine del Nord America, Europa, Siberia e Himalaya. Uva ursi produce piccoli frutti rossi acerbi che sono i preferiti di molte specie di orsi, che ne rappresentano il soprannome. Tuttavia, le bacche non sono utilizzate per scopi medicinali; piuttosto, le foglie dell'uva ursi sono la componente principale dei preparati a base di erbe. Le foglie vengono solitamente schiacciate in polvere fine e messe in capsule, ma le foglie possono anche essere immerse in acqua calda per produrre un'infusione di erbe.

Usi medicinali

Le foglie dell'uva ursi contengono una varietà di sostanze fitochimiche che mostrano proprietà antiossidanti e antimicrobiche, in particolare composti chiamati arbutina e idrochinone, secondo "Principi e pratica della fitoterapia: moderna medicina erboristica". Queste proprietà sono utili per combattere le infezioni e ridurre al minimo i tessuti danno e spiegano perché l'uva ursi è stata usata dai guaritori tradizionali per le infezioni della vescica e delle vie urinarie. Le foglie di Uva ursi contengono anche tannini, che sono fortemente astringenti e aiutano a ridurre l'infiammazione. Prima di poter formulare raccomandazioni, gli effetti dell'uva ursi su persone con infezioni genitourinarie devono essere adeguatamente studiati.

Avvertenze

L'idrochinone, un componente delle foglie di uva ursi, è tossico in grandi dosi e può causare gravi danni al fegato, secondo il Centro medico dell'Università del Maryland. Per questo motivo, l'uva ursi dovrebbe essere presa solo per brevi periodi di tempo non superiori a cinque giorni, e in non più di cinque diverse occasioni nel corso di un anno. La dose raccomandata per gli adulti è compresa tra i due ei cinque milligrammi di erba secca al giorno per un massimo di cinque giorni. I bambini non dovrebbero essere dati uva ursi in nessuna circostanza. Altri che non dovrebbero assumere uva ursi comprendono le donne che sono incinte o che allattano al seno e le persone con ipertensione, malattia di Crohn, ulcere allo stomaco, problemi digestivi, problemi ai reni o malattie del fegato.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali negativi derivanti dall'ingestione di uva ursi sono generalmente lievi e comprendono nausea, vomito, irritabilità e insonnia. I sintomi del danno al fegato comprendono l'ingiallimento della pelle e degli occhi, una condizione chiamata ittero e enzimi epatici elevati rilevabili con un esame del sangue. Rivolgersi al proprio medico se si verificano effetti collaterali negativi dopo aver consumato uva ursi.

comments powered by HyperComments