Skip to main content

La scienza conferma quello che già sapevamo sul cervello delle donne rispetto agli uomini

Risulta che gli uomini e le donne non sono creati ugualmente dopo tutto, almeno quando si tratta di attività cerebrale. Un nuovo studio sul Journal of Alzheimer's Disease conferma ciò che la maggior parte delle donne probabilmente sospettava già: un cervello femminile è molto più attivo di un maschio.

Nello studio più completo delle immagini cerebrali fino ad oggi, gli scienziati hanno analizzato 46.034 studi di imaging cerebrale utilizzando la tomografia computerizzata a emissione di fotone singolo (SPECT) - una tecnica di imaging che misura la perfusione sanguigna nel cervello - da nove diverse cliniche. Tra i soggetti maschili e femminili, 119 erano volontari sani e 26.683 soffrivano di disturbi psichiatrici come traumi cerebrali e disturbi come bipolare, umore, iperattività e schizofrenia / disturbo psicotico. In totale, i ricercatori hanno esaminato 128 regioni del cervello, sia al basale che durante l'esecuzione di un compito cognitivo.

I ricercatori hanno scoperto che il cervello delle donne era molto più attivo degli uomini in diverse regioni, ma in particolare in due: la corteccia prefrontale e l'area limbica o emotiva. La corteccia prefrontale è responsabile della messa a fuoco e del controllo degli impulsi e gli scienziati sostengono che ciò spiegherebbe perché le donne tendono a mostrare più forza in aree come l'empatia, l'intuizione, la collaborazione, l'autocontrollo e la preoccupazione appropriata.

L'area limbica è associata all'umore e all'ansia, e più attività in questa regione potrebbero essere responsabili del fatto che le donne sono più inclini a ansia, depressione, disturbi alimentari e insonnia rispetto alle loro controparti maschili. Quindi, anche se le donne possono sentirsi autorizzate dal potenziale di avere un cervello così attivo - soprattutto rispetto agli uomini - ci potrebbe essere uno svantaggio di tutta quella attività. In particolare, gli scienziati dicono che spiega perché le donne soffrono di alcuni disturbi cerebrali, come l'Alzheimer, la depressione e l'ansia, più degli uomini.

Le donne non hanno vinto gli uomini nell'attività cerebrale a tutto tondo: il cervello degli uomini è risultato essere più attivo in altre aree, in particolare nei centri di coordinamento visivo, il che spiega perché hanno tassi più alti di ADHD e problemi di condotta, affermano i ricercatori.

L'autore principale dello studio, lo psichiatra Daniel G. Amen, spera che i risultati influenzino il modo in cui viene condotta la ricerca sul cervello. "L'utilizzo di strumenti di neuroimaging funzionale, come SPECT, è essenziale per lo sviluppo di trattamenti di precisione per la cura del cervello in futuro", afferma.

Se vuoi mantenere il cervello al massimo delle sue capacità, alimentalo con questi 19 superfoods del cervello consigliati dal Dr. Amen.

Cosa ne pensi?

Sei sorpreso dai risultati di questo studio? Hai notato le differenze menzionate tra i sessi? Queste informazioni ti aiuteranno a capire meglio il sesso opposto?

comments powered by HyperComments