Skip to main content

Stevia è un alcool di zucchero?

Se stai cercando di ridurre il consumo di zuccheri o di ridurre il consumo di calorie, potresti cercare cibi e bevande preparati con sostituti dello zucchero. Tra i molti diversi tipi di dolcificanti artificiali sono gli alcoli zuccherini. Un prodotto popolare si chiama stevia e prima di usare questo o altri sostituti dello zucchero, è importante capire quale sia il prodotto e se i problemi di salute siano associati al suo utilizzo.

Dolcificanti artificiali

"Dolcificanti artificiali" è un termine generico che identifica i prodotti usati al posto dello zucchero da tavola. Aggiungono dolcezza a cibi e bevande senza tutte le calorie che lo zucchero aggiunge. I sostituti dello zucchero popolari includono Equal fatto con NutraSweet o aspartame; Dolce e basso, fatto con saccarina; e Splenda, realizzati con sucralosio. I sostituti dello zucchero sono a basso contenuto calorico, o anche senza calorie, e non contengono carboidrati o contribuiscono alla carie. Sono aggiunti a molti prodotti e possono essere utilizzati durante la cottura.

I dolcificanti naturali includono miele, melassa, sciroppo d'acero, zucchero di dattero e altri. Tuttavia, gli zuccheri naturali non sono più sani dello zucchero da tavola e di solito contengono lo stesso numero di calorie dello zucchero da tavola.

La terza categoria di dolcificanti artificiali è gli alcoli di zucchero.

Zucchero alcoli

Gli alcoli di zucchero sono carboidrati che si trovano naturalmente nella frutta e in altre piante e possono essere prodotti. Non sono calorici o privi di carboidrati, ma hanno meno calorie dello zucchero da tavola. Vengono aggiunti a prodotti come gelati, gomme, caramelle, biscotti e altri prodotti. Alcoli di zucchero comuni includono eritritolo, lattitolo, maltitolo, mannitolo, sorbitolo e altri. Poiché gli alcoli zuccherini sono una forma di carboidrati, devono essere usati con cautela dai diabetici o dai soggetti a rischio per il disturbo, nota l'American Diabetes Association.

Stevia

La Stevia rientra nella categoria generale del nuovo edulcorante invece di una delle categorie sopra elencate. La stevia è una pianta originaria dell'America Centrale e del Sud, e le sue foglie contengono glicosidi steviolici, che possono essere estratti dalle foglie e usati come dolcificante. Stevia può essere trovato nei negozi sotto i nomi PureVia o Truvia. Mentre la stevia proviene da una pianta, la stevia altamente raffinata, a differenza degli alcoli zuccherini, non contiene calorie o carboidrati, ma si trova in natura e non è prodotta come sostituti dello zucchero. Ciò rende difficile collocare la stevia in una categoria specifica. Tuttavia, alcuni prodotti potrebbero aggiungere dolcezza combinando la stevia con un alcol zuccherino come l'eritritolo, secondo la Harvard's School of Public Health.

Sicurezza

I prodotti Stevia altamente raffinati che contengono i glicosidi steviolici Rebaudioside A, o rebiana, sono stati approvati per l'uso, ma le formule con altri glicosidi steviolici o l'uso dell'intera foglia non sono ancora considerati sicuri, riferisce l'American Dietetic Association. La Stevia deve essere usata con moderazione e una linea guida generale è quella di consumare non più di 2 milligrammi per chilo di peso corporeo al giorno.

comments powered by HyperComments