Skip to main content

Quali sono i pericoli dell'heading Soccer Balls?

L'intestazione nel calcio può essere un'arma bellissima, quando un giocatore come l'ex giocatore francese Zinedine Zidane o l'americano Abby Wambach salta e si torce come un salmone per contattare la palla e segnare. Il calcio è l'unico sport che usa la testa come modo per far avanzare la palla. Data la delicatezza del cervello umano, si pone la domanda se la tecnica dell'intestazione sia effettivamente sicura per i giocatori. Decine di scienziati sportivi, pediatri e neurologi si sono cimentati con la questione dei possibili pericoli derivanti dai palloni da calcio.

Significato

Un giocatore guida la palla in media da sei a 12 volte un gioco, riferisce il chirurgo neurologico Alejandro M. Spiotta della Cleveland Clinic e colleghi in un articolo del 2011, "Heading in Soccer: Dangerous Play?", Pubblicato sulla rivista "Neurosurgery. " Quando aggiungi sessioni di allenamento, il giocatore medio può eseguire migliaia di intestazioni in una carriera. Mentre gli atleti nel football americano, il pugilato e l'hockey rischiano di avere un impatto improvviso o un contatto con la testa, gli atleti di calcio possono affrontare problemi da un'azione meno violenta, ma uno è stato piuttosto frequente.

commozioni

Le ferite alla testa nel calcio tendono ad essere delle commozioni cerebrali, che non derivano dal dirigere la palla intenzionalmente, ma piuttosto da un giocatore che si scontra con un altro giocatore, il terreno o un palo. Questo perché anche una palla completamente gonfiata che viaggia a 70 mph non è così difficile e dannosa come, ad esempio, il gomito di un altro giocatore. Tuttavia, il 12,6 percento delle commozioni cerebrali derivano dal dirigere la palla, secondo uno studio del sondaggio sulla letteratura di Spiotta. Riferisce che un secondo studio sui giocatori di calcio dei college statunitensi non ha riscontrato casi di commozione cerebrale da una determinata direzione; le commozioni nascevano solo per essere state colpite accidentalmente dalla testa da una palla che si muoveva velocemente.

Infortunio di contatto

Le ferite da contatto diverse dalle concussioni possono essere un rischio per i giocatori che dirigono la palla, osserva il medico Chris Koutures del Consiglio su Medicina e Fitness sportiva e colleghi investigatori in un articolo del 2010 su "Pediatrics". Un giocatore che guida il pallone da calcio, soprattutto se salta nell'aria, diventa momentaneamente indifeso. Un gomito del difensore può arrivare a sbattere contro la testa, o il giocatore di testa può essere inciampato o calciato mentre ritorna a terra. Lo sforzo muscolare del collo può anche derivare dalla direzione della palla.

Danno a lungo termine

La preoccupazione di Spiotta e di altri scienziati è se il danno a lungo termine possa derivare dal dirigere la palla nonostante la mancanza di un danno acuto apparente o una commozione cerebrale. L'atrofia corticale, una malattia degenerativa del cervello che causa un progressivo declino della vista, potrebbe essere un rischio. Un altro è l'encefalopatia traumatica cronica, una malattia degenerativa che si riscontra negli atleti di wrestling, football e hockey esposti a molteplici commozioni cerebrali che portano alla perdita di memoria e all'aggressione. Spiotta elenca due casi di decessi legati alla voce, che coinvolgono il giocatore inglese Jeffrey Astle e l'Algeria Hocine Gacemia. In entrambi i casi, le commozioni cerebrali e la voce hanno avuto un ruolo. Inoltre, Astle suonò negli anni '60 e '70. Le palle di cuoio di quell'epoca assorbivano l'acqua e diventavano più pesanti e potenzialmente più dannose per la testa, il collo e la colonna vertebrale quando si dirigevano. Le moderne sfere sintetiche evitano questo rischio.

comments powered by HyperComments