Skip to main content

Cos'è il fumo pesante?

Non esiste un'unica definizione generalmente accettata per il fumo pesante. Uno studio riportato nel numero di settembre 2013 dell '"International Journal of Environmental Research and Public Health" definiva il fumo pesante come 20 o più sigarette al giorno, o 20 o più confezioni. Un anno di pacchetto è determinato moltiplicando il numero di sigarette fumate al giorno per il numero di anni di fumo. Venti anni di bagaglio equivalgono a un pacco al giorno per 20 anni o 2 pacchi al giorno per 10 anni. Altri punti di riferimento comuni per il fumo pesante comprendono 15 e 25 sigarette al giorno.

Fumo pesante e cancro ai polmoni

Fumare aumenta drammaticamente il rischio di cancro ai polmoni. Quanto più e più a lungo si fuma, maggiore è il rischio. Il cancro al polmone è la principale causa di decessi per cancro negli Stati Uniti. Secondo l'American Cancer Society, il tasso di sopravvivenza a 5 anni è solo del 16%. Il cancro al polmone è più comune nei fumatori pesanti di età pari o superiore a 55 anni. La Task Force dei Servizi Preventivi degli Stati Uniti raccomanda lo screening del cancro del polmone per gli adulti di età compresa tra 55 e 80 anni con una storia di 30 anni che attualmente fumano o hanno smesso negli ultimi 15 anni.

Più rischi di escalation di sigarette

In uno studio pubblicato nel numero di luglio 2005 di "Tobacco Control", il rischio di cancro ai polmoni è aumentato drammaticamente con l'aumento del numero di sigarette. Le donne che fumavano da 1 a 4 sigarette al giorno avevano un rischio di cancro al polmone 5 volte più elevato rispetto ai non fumatori. Da lì il rischio è aumentato, aumentando di oltre 30 volte le donne che hanno fumato 25 o più sigarette al giorno. Gli uomini hanno sperimentato un aumento di quasi 3 volte da 1 a 4 sigarette, e il rischio è salito a oltre 35 volte quello dei non fumatori quando 25 o più sigarette venivano fumate giornalmente.

Fumo e malattie cardiache

Il fumo è anche un importante fattore di rischio per la malattia coronarica, la principale causa di morte in America. Lo studio del luglio 2005 su "Tobacco Control" ha rilevato che l'aumento più brusco del rischio di malattie cardiache si verificava con solo 1-4 sigarette al giorno. Coloro che hanno fumato da 1 a 4 sigarette al giorno - sia uomini che donne - hanno sperimentato un aumento quasi triplicato del rischio di malattie cardiache rispetto ai non fumatori. Con 25 o più sigarette al giorno, il rischio era solo leggermente superiore a circa 3,5 volte quello dei non fumatori.

Nessun livello di sicurezza

Il rapporto del Surgeon General del 2010, "Come il tabacco causa la malattia", ha concluso che non esiste un livello sicuro di fumo. Il fumo di sigaretta contiene migliaia di sostanze chimiche, molte delle quali sono note per causare cancro, malattie cardiovascolari e polmonari. Il rapporto ha inoltre concluso che anche bassi livelli di esposizione, inclusa l'esposizione di seconda mano, causano danni acuti e rapidi ai vasi sanguigni. Smettere di fumare ed evitare il fumo passivo è l'unico modo per evitare i maggiori rischi per la salute associati al fumo.

comments powered by HyperComments