Skip to main content

Alimenti ricchi di estrogeni naturali

L'estrogeno è un ormone principalmente coinvolto nello sviluppo, nella maturazione e nella funzione del sistema riproduttivo femminile. I fitoestrogeni sono estrogeni naturali che si trovano in alcuni alimenti che possono legarsi ai recettori degli estrogeni nel vostro corpo, portando ad un effetto estrogenico o ad un effetto antiestrogenico. Parla sempre con il tuo medico se sei preoccupato per i bassi livelli di estrogeni e prima di apportare modifiche alla tua dieta.

Fitoestrogeni e salute

Il National Institutes of Health afferma che sono necessarie ulteriori ricerche sui fitoestrogeni - se sono benefici o dannosi per la salute è probabilmente una questione complessa a seconda del tuo stato di salute, età e presenza o assenza di alcuni batteri intestinali vivi. Alcuni possibili benefici dei fitoestrogeni sono un rischio ridotto di osteoporosi, cancro al seno, sintomi della menopausa e malattie cardiache. D'altra parte, i fitoestrogeni possono anche essere considerati distruttori endocrini dannosi, con il potenziale di interrompere l'allattamento, i tempi di pubertà e il comportamento specifico del sesso. Possono anche compromettere la fertilità e manipolare gli ormoni. I ricercatori di una mini recensione pubblicata nel 2007 in "Casi clinici nel metabolismo minerale e osseo" hanno suddiviso fitoestrogeni in quattro categorie principali. Le fonti più abbondanti di fitoestrogeni sono gli isoflavoni. Le altre tre fonti alimentari di fitoestrogeni sono lignani, coumestani e stilbeni.

Isoflavoni abbondanti

Secondo i ricercatori della mini review del 2007, gli isoflavoni fitoestrogeni si trovano principalmente nei legumi, in particolare fagioli di soia e prodotti alimentari a base di soia. Si trovano anche in altri legumi, cioè fagioli, ceci, piselli, lenticchie e arachidi. Inoltre, isoflavoni fitoestrogeni possono essere trovati in fonti alimentari come crusca di frumento, orzo, cavolo rosso, broccoli, tè nero e verde e il trifoglio rosso alle erbe.

Lignani: una matrice di fonti alimentari

I lignani sono un'altra fonte di cibo di fitoestrogeni, con la più alta quantità trovata nei semi di lino. I lignani si trovano anche in cereali integrali, orzo, mirtilli, mirtilli, zucchine e carote. Secondo il Linus Pauling Institute, i semi di sesamo sono i più alti tra i lignani dopo i semi di lino, seguiti da cavoli ricci, broccoli, albicocche, cavoli, cavoletti di Bruxelles, fragole, tofu e pane nero di segale.

Clandestine Coumestrol

I germogli di trifoglio e di soia sono i più alti in un fitoestrogeno chiamato coumestrolo, un coumestan che può legarsi ai recettori degli estrogeni. Cavoletti di Bruxelles e spinaci contengono anche coumestrolo a un livello inferiore, secondo i ricercatori della mini review del 2007 pubblicata in "Casi clinici nel metabolismo minerale e osseo".

La giusta quantità di resveratrolo

Il resveratrolo è un fitoestrogeno contenuto in alimenti come uva, vino, succo d'uva rossa, arachidi e alcuni frutti di bosco, inclusi mirtilli, mirtilli e mirtilli. Questo composto è stato studiato per le sue possibili proprietà anti-cancro, ma il suo effetto come un fitoestrogeno richiede più ricerca. I ricercatori di uno studio pubblicato nel 2014 su "Medicina sperimentale e terapeutica" hanno scoperto che il resveratrolo ha un effetto antitumorale sui tumori ipofisari a causa del suo effetto antiestrogenico. Questo perché gli estrogeni aiutano nello sviluppo e nella progressione del prolattinoma - una condizione in cui un tumore sulla ghiandola pituitaria causa la sovrapproduzione della prolattina. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche perché l'effetto dipende dalla concentrazione di resveratrolo e dalla durata del trattamento.

comments powered by HyperComments