Skip to main content

Uber viene boicottato da un modello in più dopo un incidente di spavento

Tess Holliday sta mettendo i suoi soldi dove è la sua bocca. La modella americana plus-size si è impegnata a boicottare Uber dopo che un pilota grasso l'ha vergognata mercoledì. Parte dello scambio tra Holliday e l'autista è stata registrata e condivisa con i suoi 1,4 milioni di fan su Instagram.

Holliday ha pubblicato la clip con le parole "Il mio autista che è grasso sta interrogando se sono sano" scritto sullo schermo. Nel video, puoi sentire l'uomo - il cui volto non viene mostrato - informarsi sul colesterolo di Holliday. Stiamo solo facendo un'ipotesi e dico che quest'uomo non ha un punteggio Uber a cinque stelle.

"Il mio colesterolo sta bene. Sono perfetto ", risponde Holliday. "Sono in buona salute". Ovviamente non era felice che un servizio a cui paga stia impiegando conducenti che fanno vergognare i clienti.

"Ehi Uber, non pago di più per usare il tuo servizio di 'macchina nera' per sentirmi dire che non c'è modo di poter essere sano perché sono grasso", ha scritto nella didascalia di Instagram. "Nessuno dovrebbe tollerarlo a nessun livello dei servizi che offri. Sono grasso. Ho anche un portafoglio grasso e non utilizzerò più i tuoi servizi. Ever. "E QUESTO è quello che tu chiami battere le mani.

Gli utenti di Twitter si sono chiesti se il cosiddetto "fat shaming" fosse più di un malinteso, dal momento che la clip mostra solo una piccola parte della conversazione. La risposta di Holliday: "A tutti quelli che continuano a dire 'beh non conosciamo la conversazione completa', dico VERAMENTE ?! Non era "curioso", mi stava facendo vergognare. Fine della storia."

Molti dei suoi seguaci furono pronti a sottolineare il fatto che Holliday aveva un bambino meno di un anno fa. A prescindere da questo, non è mai GIUSTO interrogare la salute di qualcuno e vergognarsene per le loro dimensioni. Questo è un messaggio che Holliday - che è un leader nel movimento di positività del corpo - si diffonde attivamente ai suoi seguaci appassionati.

Un portavoce di Uber ha rilasciato una risposta in merito all'incidente a The Independent. "Ci aspettiamo che tutti i piloti e piloti si trattino l'un l'altro con rispetto, come stabilito nelle nostre linee guida comunitarie." Considerando il bullismo può schiacciare la fiducia e isolare le persone, speriamo che Uber prenda sul serio questo incidente.

Cosa ne pensi?

Sei mai stato vergognoso? Uber dovrebbe avere un processo di screening più approfondito durante l'assunzione di conducenti? Fateci sapere nei commenti!

comments powered by HyperComments