Skip to main content

Quali minerali convertono gli amminoacidi in dopamina e serotonina?

I neurotrasmettitori sono messaggeri chimici che aiutano a ritrasmettere gli impulsi attraverso il cervello e il sistema nervoso. Vengono rilasciati negli spazi microscopici, chiamati sinapsi, tra neuroni adiacenti, propagando così un impulso da un nervo all'altro. La dopamina e la serotonina, due importanti neurotrasmettitori nel tuo corpo, sono prodotti dalla conversione enzimatica degli aminoacidi. Gli enzimi che catalizzano queste conversioni richiedono l'assistenza di altri nutrienti, tra cui vitamine e minerali.

serotonina

La serotonina è prodotta nel cervello e nel tratto gastrointestinale dalla conversione enzimatica dell'amminoacido L-triptofano. In questo processo in due fasi, L-triptofano viene convertito in 5-idrossi-L-triptofano, o 5-HTP, da un enzima chiamato triptofano idrossilasi o TPH. La TPH richiede tetraidrobiopterina, un cofattore contenente azoto, per eseguire questo primo passo. Nella seconda fase, un altro enzima chiamato aminoacido decarbossilasi o AADC converte il 5-HTP in serotonina. Secondo uno studio del 1995 "Journal of Neural Transmission", l'attività di AADC è potenziata dal piridossal-5-fosfato, una forma attivata di vitamina B-6.

La dopamina

La dopamina è derivata dall'amminoacido L-tirosina in un processo a due stadi che rispecchia la sintesi della serotonina. Nella prima fase, la tirosina idrossilasi converte la L-tirosina in L-dopa, usando ancora una volta il tetraidrobiopterina come cofattore. La L-dopa viene quindi convertita in dopamina mediante AADC, usando il piridossale-5-fosfato come cofattore. Una recensione di maggio 2009 su "Molecular Genetics and Metabolism" ha riportato che una malattia genetica chiamata carenza di AADC, in cui l'aminoacido decarbossilasi è solo parzialmente funzionale, può essere migliorata dal trattamento con piridossal-5-fosfato.

minerali

Sia la tirosina idrossilasi che il triptofano idrossilasi contengono ferro. Poiché questo elemento metallico integrale si alterna tra due stati elettronici, aiuta a regolare l'attività degli enzimi idrossilasi, secondo una recensione del febbraio 2006 in "Biochimica". Il magnesio e lo zinco aiutano a potenziare le attività della serotonina e della dopamina, ma non sono intimamente coinvolti nella sintesi dei neurotrasmettitori.

raccomandazioni

Un'adeguata assunzione di proteine ​​di solito garantisce un sufficiente apporto di precursori degli amminoacidi per la sintesi dei neurotrasmettitori. Dr. Elson Haas, autore di "Restare in salute con la nutrizione", raccomanda un apporto giornaliero di 0,8 grammi di proteine ​​per chilogrammo di peso corporeo magro, o circa 0,4 grammi per libbra. Le indennità dietetiche consigliate per la vitamina B-6 variano da 0,1 milligrammi per i bambini a 2 milligrammi per le femmine che allattano. Il fabbisogno giornaliero di ferro varia da 0,27 milligrammi per i neonati a 27 milligrammi per le donne incinte. I fabbisogni di magnesio vanno dai 30 milligrammi per i bambini ai 420 milligrammi per i maschi adulti, e il fabbisogno di zinco varia da 2 milligrammi per i bambini a 14 milligrammi per le donne incinte.

comments powered by HyperComments