Skip to main content

Perché la luce UV è dannosa per la tua pelle?

La Health Physics Society definisce la luce ultravioletta (UV), o la radiazione UV, come la porzione di 100-400 nm dello spettro elettromagnetico, tra la luce visibile e i raggi x. La fonte primaria di radiazioni UV è il sole, ma possiamo essere esposti alle radiazioni UV attraverso altri mezzi artificiali, come lettini abbronzanti, alogene o luci nere. L'esposizione al sole è benefica e necessaria per la sintesi della vitamina D, ma troppa esposizione può essere dannosa per la pelle e la salute generale.

tipi

La luce UV consiste di raggi UVA, UVB e UVC o lunghezze d'onda. I raggi UVC sono assorbiti nell'atmosfera terrestre e sono quindi innocui, tuttavia, sia i raggi UVA che i raggi UVB raggiungono la superficie e influenzano quelli di noi che vivono qui. Storicamente, si pensava che l'UVB fosse l'unico raggio UV distruttivo, poiché è più capace di causare danni alla pelle rispetto ai raggi UVA, ma la quantità di esposizione ai raggi UVB varia a seconda del momento del giorno, della stagione e della posizione. Più recentemente, è stato scoperto che i raggi UVA penetrano più profondamente nella pelle per causare danni e aggrava anche gli effetti dei raggi UVB. I raggi UVA sono più comunemente incontrati perché sono presenti tutto il giorno, tutto l'anno.

Danno alla pelle

Entrambi i raggi UVA e UVB penetrano nella pelle e reagiscono con una sostanza chimica chiamata melanina. Troppa esposizione a questi raggi ucciderà lo strato superiore di cellule. Normalmente, la melanina protegge la pelle assorbendo i raggi UV e convertendoli in energia termica. Quando i raggi vengono assorbiti, la pelle si scurisce. Il danno si verifica, tuttavia, quando la quantità di UV assorbita dalle cellule della pelle supera la protezione della melanina. La radiazione UV danneggia il DNA delle cellule della pelle, che innesca gli enzimi per cercare di riparare il danno. Tuttavia, gli enzimi non riescono sempre a riparare il DNA, e possono verificarsi mutazioni, aumentando la probabilità di cancro e altri problemi.

Effetti dannosi

La sovraesposizione UVA può causare indurimento della pelle, rughe, perdita di elasticità, macchie solari, formazione di cataratta e persino soppressione del sistema immunitario. La sovraesposizione ai raggi UVB è nota per causare effetti nocivi come le scottature solari, la cataratta e lo sviluppo del cancro della pelle. Contrariamente ad alcune convinzioni, l'abbronzatura è in realtà considerata un danno alla pelle tanto quanto una scottatura solare, ed entrambe aumentano il rischio di sviluppare uno dei tre tipi principali di cancro della pelle: carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose e melanoma.

Indice ultravioletto

L'Indice Ultravioletto è una previsione sviluppata dal Servizio meteorologico nazionale e dall'Agenzia per la protezione dell'ambiente per informare le persone su quanto la quantità di luce UV prevista per colpire la superficie terrestre sarà quando il sole sarà al massimo. La previsione dipende dalla copertura nuvolosa, dall'elevazione del sole e dalla quantità di ozono ed è valutata su una scala da 0 a 10+. Qualunque cosa al di sopra di 5 è considerata moderata o superiore e deve essere prestata particolare attenzione per proteggere la pelle e gli occhi dalla sovraesposizione.

Suggerimenti per la protezione

Prestare attenzione all'indice UV e limitare l'esposizione al sole nelle ore di punta, dalle 10:00 alle 16:00. Proteggi la pelle e gli occhi indossando occhiali da sole e protezione solare con un fattore di protezione solare (SPF) di 15+ e un bloccante UVA. Indossare cappelli e indumenti protettivi ed evitare lettini abbronzanti e altre fonti artificiali di radiazioni UV.

comments powered by HyperComments