Skip to main content

Qual è lo zucchero primario nel latte?

Il latte contiene molti nutrienti, tra cui carboidrati, proteine, grassi, vitamine e minerali. Lo zucchero è un tipo specifico di carboidrati e il lattosio è la fonte primaria di zucchero nel latte. Il lattosio è un disaccaride, il che significa che è composto da due zuccheri più piccoli, cioè glucosio e galattosio. È meno solubile rispetto agli altri tipi di zuccheri alimentari e ha circa un sesto della dolcezza del glucosio puro.

Lattosio nei prodotti a base di latte

Poiché il lattosio si trova naturalmente nel latte, viene anche indicato come zucchero del latte. Il contenuto di lattosio del latte e dei prodotti lattiero-caseari varia. Generalmente, il latte ha il maggior contenuto di lattosio, con circa 9-14 g per una porzione di una tazza, anche se lo yogurt magro contiene quantità simili. Il gelato e il latte ghiacciato contengono tipicamente da 7 a 10 g per una porzione da una tazza. Tranne la ricotta, che ha da 7 a 8 g in un 2 once. servendo, i formaggi contengono tipicamente molto poco lattosio.

Lattosio in altri alimenti

Il lattosio si trova prevalentemente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari, ma occasionalmente viene utilizzato per la produzione di birra e può anche essere aggiunto a vari alimenti e bevande. Per determinare se un particolare alimento contiene lattosio, leggi gli elenchi degli ingredienti. Altri alimenti che potrebbero contenere lattosio includono siero di latte, cagliata, aromi di formaggio, latte in polvere senza grassi, solidi del latte non grasso, panna acida, latticello e latte maltato.

Intolleranza al lattosio

Nella maggior parte dei mammiferi, la produzione di lattasi, l'enzima che digerisce il lattosio, diminuisce con l'età e la mancanza di assunzione di cibo. L'intolleranza al lattosio è causata da una parziale o totale mancanza di lattasi. La moderna nutrizione in salute e malattia ha stimato che fino al 75% della popolazione mondiale è intollerante al lattosio.

Valutazione clinica

Esistono diversi test per determinare la tolleranza al lattosio. Le misure dirette includono una biopsia dell'intestino tenue o perfusione intestinale. I metodi diretti possono essere invasivi e portare complicazioni, quindi vengono usati raramente. I metodi indiretti per la valutazione della tolleranza al lattosio includono test respiratori, esami del sangue, test delle urine e delle feci e valutazione dei sintomi di intolleranza. Il test dell'idrogeno del respiro è più ampiamente utilizzato. Si basa sul presupposto che il lattosio sfugge alla digestione e diventa fermentato nell'intestino crasso, producendo gas idrogeno.

Migliorare l'intolleranza al lattosio

Secondo i dietisti del Canada, la tolleranza al lattosio potrebbe essere migliorata mangiando quotidianamente piccole quantità di alimenti con alimenti a base di lattosio. Questo può includere mangiare cibi contenenti lattosio come parte di un pasto, o bere bevande contenenti lattosio, come il latte, con il cibo. Solo 6 g di lattosio al giorno, o mezza tazza di latte o yogurt, possono aiutare a ridurre i sintomi. È interessante notare che il latte freddo è spesso meglio tollerato rispetto al caldo e il latte al cioccolato meglio del bianco.

comments powered by HyperComments